martedì 3 maggio 2011

Insalata di rinforzo e......considerazioni:-(

no.....so che non è Natale....ma a me andava lo stesso di mangiare l'insalata di rinforzo....e....nonostante l'abbia postata tante volte....lo rifaccio.....no...non metto la ricetta....si vede da sola di cosa si tratta....insalata di rinforzo.....e di rinforzo in questo momento ne ho davvero bisogno....la vita è dura....ci mette davanti a  storie tristi.....storie drammatiche....ma nonostante tutto sappiamo che dobbiamo andare avanti.....ultimamente leggo i blog.....volutamente non commento....ho bisogno di rendermi conto di tante piccole cose....tu mi dai io ti do nella vita lo trovo giustissimo....i rapporti a senso uniko non vanno bene....non funzionano.....ma....a volte bisognerebbe chiedersi come mai io ti do e tu non mi dai.....nei blog questo non succede....fondamentalmente nessuno se ne frega di nessuno....se tu mi dai io ti do...altrimenti.....anzi...diciamocela tutta...ti do perchè mi dai....se non mi dai dimentico la tua esistenza.....chiaramente come in tutte le cose non bisogna fare di un erba un fascio.....ma....come nella vita di tutti i giorni.....a volte sei trasparente....fortunatamente non per tutti...ed io da oggi voglio pensare solo a me stessa e a quelle persone che nel bene e nel male ci sono sempre.....so per certo che questo post...per pura curiosità lo leggeranno in tanti....nel titolo c'è una faccina triste....e la curiosità di vedere il perchè sarà totale...anche se la maggior parte farà finta di nulla giusto per non darmi la soddisfazione di ammettere che ho ragione...approfitto...si approfitto di questo spazio per parlare negativamente assumendomi tutte le responsabilità di una cosa molto molto importante.....la sanità.....le malattie....i medici....qui al sud...la maggior parte delle persone è convinta che per una malattia bisogna andare al nord....se ne convince....e non si rende conto che sicuramente anche qui da noi si può invece avere tutto....sono appena stata colpita da un lutto....domenica 1 maggio alle 14 circa......con tante tante sofferenze si è spento il fratello di una cara amica.....marito di una donna meravigliosa....padre di due bellissimi cucciolotti....42 anni....terribile....leucemia...sarcoma...metastasi ovunque.....in sei mesi si è spento......ha cercato il centro d'eccellenza per questo male......è andato a Milano....all'IEO.....dopo esserselo sballottolato tra un medico e un altro e fargli perdere tantissimo tempo hanno accettato di fare la chemio.....secondo me giusto perchè la richiesta di chemio era stata fatta per farla a pagamento.....poi invece si è optato per farla con l'assistenza sanitaria...come è giusto che sia.....non sto a spiegarvi il perchè volevano i miei amici farla a pagamento...comunque sia ormai l'appuntamento l'IEO l'aveva fatto e certo non poteva tirarsi indietro quando i miei amici hanno deciso di non farla privatamente.....la prima cosa per me assurda è stata la leggerezza dell'isolamento.....tranquillamente facevano entrare i familiari anche se con la mascherina...che assurdità.....poi...tra una chemio e un altra....lui ne è riuscito a fare solo due.....per il controllo ha dovuto pagare....e non vi dico prima della chemio quanti soldi ha speso per gli esami e le visite che gli hanno fatto....non voglio polemizzare ma...se sono in cura con una chemio...ed io purtroppo ci sono passata...i controlli e gli esami mi spettano di diritto...non devo stare li a pagare fior di quattrini.....alla fine...dopo la seconda chemio che putroppo non ha dato risultati.....si può dire che lo hanno tralasciato...nel senso che ormai non hanno nemmeno tentato altre cure...per loro ormai non era più un caso interessante....pochi giorni prima gli hanno anche detto che quando moriva anche se succedeva di sabato o domenica loro avrebbero operato per la ricerca e...lo potevano fare senza chiedere alcuna autorizzazione essendo un centro di ricerca....con qusesto voglio solo dire di sfatare questa cosa che al nord è tutto perfetto.....perchè tutto il mondo è paese e purtroppo la sanità è uno schifo ovunque...:-(

30 commenti:

Mary ha detto...

Ciao Annamaria io concordo in pieno con te anch'io con la mia malattia e anche la chemio so cosa vuol dire. Certo che spetta di diritto . sai non serve andare al nord anch'io l'ho fatto ma poi ho trovato qui dopo non poche difficoltà dei bravi medici che mi seguono. Secondo me basta informarsi bene e cercare affinche non si trova la giusta strada.

PS questa insalata non l'ho mai mangiata ma sono certa che è ottima.

baci e buona giornata!

Mirtilla ha detto...

un classico della nostra cucina,sempre buono da mangiare!!
Per la sanita'..e nn solo...hai ragione tu!
ora ti dico na sciocchezza,dovevo fare l'eco alle anche al piccolo lele entro i 4 mesi di vita, il bimbo aveva 10 gg e sono andata a prenotare in ospedale l'eco,che gli veniva fatta dopo 3 mesi e mi veniva 48€ solo di ticket!
Alla fine l'ho fatta a napoli,studio privato,22€!!

anna maria ha detto...

ormai non va piu' bene nulla...uffa!
complimenti per le tue ricette..
in bocca al lupo, anna maria

sulemaniche ha detto...

cara davvero quest'insalata spero ti dia forza per affrontare tutte queste cose che non vanno bene e che appesantiscono davvero tanto la vita...ti capisco in pieno! coraggio e bacioni

NUVOLETTA ha detto...

Hai pienamente ragione..annamaria....bella questa insalata di rinforzo.....

Vita di mamma ha detto...

Tutto troppo vero e troppo ingiusto Annamaria. Troppo.

meggY ha detto...

Non posso che darti ragione ed abbracciarti, in questa triste giornata

Tatiana ...e le sue torte :) ha detto...

Bentornata cicci! Ti abbraccio fortissimo! tvb

soleluna ha detto...

Carissima come sai io abito al nord, vicinissima a Milano che dista da casa mia solo 60 km ....ma concordo con te nulla è perfetto, neanche nella grande Milano a cui tanti ricorrono per trovare soluzioni e certezze, anzi ci sono molte cose da cui lamentarsi vedi la sanità che sempre troppo lenta e ingiusta...mi spiace per il tuo amico tantissimo....1 bacio luisa

Sara ha detto...

Mamma mia che storia triste! le persone trattate come "casi" e non come padri, mariti, figli, fratelli... non ho parole!
un abbraccio!

simo ha detto...

in parte hai ragione...fortunatamente ci sono anche ottimi centri e spesso non sono molto conosciuti. ho avuto qualche esperienza ed ho conosciuto persone davvero straordinarie, medici ed infermieri davvero degni di essere chiamati tali. a nocera inferiore per l'infanzia, ad avellino per leucemie e linfomi (una vera famiglia ho trovato ad avellino, capaci di star vicino al paziente e ai suoi familiari e lavorare in modo serio e pratico) ed infine il San Carlo di potenza dove ho trovato professionalità in vari reparti....come vedi sono tutti del sud italia e tra l'altro in campiania una regione purtroppo famosa per altro. purtroppo spesso siamo lasciati in balia delle onde e trovare il dottore giusto è solo questione di fortuna. non dovrebbe essere cosi e per questo nel mio piccolo cerco di raccontare a quanti posso la mia esperienza nel caso avessero bisogno. mi spiace molto per il tuo amico e per la sua famiglia. un abbraccio

Simo ha detto...

Purtroppo questi casi ci sono dappertutto, nord, sud, non c'è differenza...
mi spiace tantissimo per tutto!!!!!

Ely ha detto...

Annamaria guarda che non è solo al sud, anche al nords credimi... io ho mio papà sulla sedia a rotelle e l'ultima visita mi hanno detto "cosa lo visito a fare non lo vede?" è un uomo mica un animale.... non sono daccordo invece sul discorso dei blog, tra i tanti, tanti ti seguono sempre tanti poco e tanti passano soltatno... non si può mica pretendere che tutti sempre ci commentino ecc. forse sei un pò arrabbiata in generale e un pò giù e ne hai tutto il motivo, ma le persone che ti seguono ci sono, magari non sempre commentano, guardano e basta.. ma lo fanno con tutti sai? non si può mica pretendere che uno stia seduto al pc tutto il giorno anche se noi lo facciamo spesso :-) ti abbraccio e spero che tu stia meglio dopo esserti sfogata, ciao Ely

letizia ha detto...

e non solo di insalata di rinforzo abbiamo bisogno...
sai che lavoro in ospedale e concordo con te che medici bravi ce ne sono ovunque, sono quelli che hanno scelto la professione per aiutare gli altri, purtoppo però fa più notizia, la negligenza, il fattaccio
mi dispiace per il tuo amico, soprattutto perchè in un momento così delicato sulla sua strada ha incontrato persone meschine!!!
ti mando un abbraccio grande leti

Lo ha detto...

mi spiace per questo lutto così tragico che ti ha fatto sbattere la faccia contro una cosa così forte...il dolore e la rabbia insieme...mi spiace davvero...ti lascio per quel che serve un abbraccio

franci ha detto...

Hai pienamente ragione, però, e per fortuna, ci sono le eccezioni sia al nord che al sud.
Un abbraccio

Dida70 ha detto...

Anna...che dirti...mi spiace tantissimo per il tuo amico e non oso immaginare cosa stai provando tu e la sua famiglia...ti sono vicina per quello che conta ...per tutto il resto sottoscrivo al mille per mille, soprattutto sullo IEO...avrei tanto da dire...e su Veronesi poi ... lasciamo perdere...
ti abbraccio
dida

mikki ha detto...

Cara Anna Maria, ho letto il post tutto di un fiato. Credo che l'elemento fondamentale per guarire è la fortuna: fortuna di accorgersene in tempo, fortuna di capitare in un centro adatto, ecc. Ho perso mia sorella per un tumore al colon il 10 aprile. Abbiamo scoperto solo quando ci hanno detto che aveva tre mesi di vita (ecco la sfortuna) che forse c'erano delle cure più appropriate per il suo male, cure che non è riuscita a iniziare. Ma poi avrebbe funzionato? E se semplicemente fosse stata curata in un altro ospedale ce l'avrebbe fatta? Se cominci a pensare diventi matta. Non credo ci sia nord e sud. Qui bisogna solo incrociare le dita.

soleluna ha detto...

Felice weekend 1 bacio Luisa

Shade ha detto...

mi dispiace molto che non ci sia stato un lietofine in questa storia; queste cose ti lasciano profondamente amareggiata. Le polemiche sulla sanità in questo caso non hanno senso; io sono siciliana e lavoro al Nord, sono fortunata per questo perchè se con il male che ho avuto fossi stata in Sicilia mi sarei dovuta fare Caltanissetta Palermo anche solo per una biopsia; qui prendo la mia bici e ogni due mesi vado a controllo; è pero' anche vero che alcuni medici che ho incontrato qui hanno dato poca importanza alle prime manifestazioni del male e se, dico se, avessero preso la cosa meno sotto gamba, probabilmente sarebbe andata anche meglio; ma questo non posso saperlo con certezza; non posso che avere fiducia nei medici che mi hanno in cura; a volte mi manca la mia terra ma poi penso a mia madre, che ha dovuto attendere cinque mesi per cominciare la radioterapia e al medico primario di ginecologia che, dopo averla operata, ha aspettato ben due mesi prima di mandarla al piano di sotto, dall'oncologo, perchè voleva mandarla a Catania a fare la radioterapia (un centinaio di chilometri da Caltanissetta): mia madre di 70 anni avrebbe dovuto farsi per 5 giorni alla settimana per quasi due mesi tutta quella strada per 15 minuti di terapia, solo perchè il medico che gestisce il reparto oncologico a Catania porta lo stesso cognome del primario di Caltanissetta.
Certo, la mia è solo una testimonianza, sono certa che ovunque, nord/sud ci siano delle eccellenze e delle tragiche pecche. Attualmente non ci rimane che sperare che quest'Italietta investa di più nella sanità e nella ricerca, e che si faccia davvero tutto il possibile per eliminare il marcio che purtroppo si trova ovunque nella sanità italiana.
Un abbraccio
Stefania

Milen@ ha detto...

Annamaria mi dispiace tanto per quello che è accaduto, ma ancor di più che un centro di riferiemnto si comporti così!
Hai fatto bene a parlarne!!!!

NIGHTFAIRY ha detto...

Che brutta storia...purtroppo così ce ne sono tante, troppe...

MIKI ha detto...

..ho letto tutto d'un fiato con un dolore nel cuore per te..anch'io ho avuto un'esperienza dolorosa col mio papà..ed io ,purtroppo ,soffro di una malattia che non sto qua a dire.....comunque,come per tutte le cose,c'è il bello e il brutto..ed è per questo che la vita bisogna viverla cercando di godere delle cose più semplici che abbiamo tutti ma ce ne accorgiamo solo quando cominciano a mancarci..ti mando un abbraccio virtuale forte proprio in questo momento ed uno speciale STAI SU!!

Sara ha detto...

Ciao Anna Maria, passo da qui solo per sapere come stai e per augurarti buona settimana!
Sto facendo il mio solito giretto per i blog in cerca di ispirazioni culinarie, mentre Giacomo schiaccia il suo pisolino pomeridiano e con la bocca succhia un ciuccio immaginario... fa così da quando è nato, anche se il ciuccio lui non l'hai mai voluto... mi fa tanta tenerezza! Oggi voglio condividere questo mio momento con te e mandarti un abbraccio forte!! Sara

soleluna ha detto...

Carissima come stai? mi auguro tutto bene ti auguro una buona settimana ciao Luisa

Elena ha detto...

Cara, sull'ultimo argomento, stendo un velo pietoso perchè anche io con papà ho sofferto tutto ciò, il viaggio della speranza al nord e l'indifferenza finale quando ormai non c'erano speranze...e se tu In campania sei sud...figuriamoci a palermo. 10 anni fa papà fece a Milano una pet e quì a Palermo non sapevano non solo cosa fosse e di conseguenza non sapevano neanche leggerla, è indubbio, per me al nord hanno molti più mezzi di cura e prevenzione e se comunque ti viene il male che non ti da scampo come la leucemia...non ce n'è per nessuno, ne al nord ne al sud, ne a pagamento ne con la sanità. Per il primo argomento...è storia vecchia, addirittura c'è chi ha chiuso il blog per rabbia come il mercante di spezie. A me non sembra ne il caso ne giusto...è normale che se vedo un commento alla mia ricetta ricambio la gentilezza ma di certo non mi aspetto che se scrivo qualche cosa qualcuno mi scrive in cambio...mi fa sicuramente molto piacere ma in fondo...CHISSENEFREGA, Un bacione

Luca and Sabrina ha detto...

Annamaria, la sanità oggi come oggi fa schifo ovunque, grazie ai tagli che continuano ad operare, grazie ai centri che continuano a chiudere i battenti se non raggiungono fatturati interessanti e chissenefrega se invece la qualità offerta da certe strutture era di tutto rispetto. Ora se non hai la possibilità di pagare, nonostante tutte le trattenute che ci vengono fatte in busta paga, per servizi di cui dovremmo potere godere, dicevo, se non hai la possibilità di pagare devi aspettare secoli e poi non puoi nemmeno aspettarti il meglio. Siamo dei numeri, siamo dei portafogli, è tristissimo. Si continua a pensare che la situazione al nord sia migliore, ma non saprei, conosco la realtà di Bologna e ne conosco le mancanze. Provo tanta rabbia ed ho provato la stessa cosa leggendo quello che è successo al fratello della tua amica, penso che sia una vergogna.
Per quanto riguarda il mondo dei blog, la realtà è che se tu per un po' non vai a lasciare commenti, difficilmente hai visite, ma che ci vuoi fare? Noi ci sono giorni e giorni che non riusciamo ad accendere il pc, in fondo non è un lavoro, lo vogliamo vivere come un piacere. Per fortuna in mezzo al fascio d'erba ci sono le eccezioni, ci sono persone che consideriamo amici e che per quanto non ci si riesca a leggere, sentire o commentare sempre, comunque sappiamo che ci sono e la cosa è reciproca.
Un bacione e abbiamo un premio per te
Sabrina&Luca

Laura ha detto...

Forse sarà solo un caso (anche se io non credo ai "casi") che oggi passo di qui. Ti ricordi di me? Quando ho aperto il mio blog sei stata la prima, assidua lettrice, e sono trascorsi ormai tre anni. Tante cose sono cambiate. Ma soprattutto due: sono diventata mamma e ho perso il lavoro (si, al terzo mese di gravidanza!). Entrambe le cose mi hanno offerto l'opportunità di riflettere, soprattutto sulla sanità e su come ci facciamo strumentalizzare quando siamo deboli e senza difese. Ecco, perdere il lavoro quando si aspetta un figlio e poi quando lo si fa nascere e anche oltre, ti fa capire che bisogna LOTTARE perché si rispettino i DIRITTI UMANI che tutti abbiamo, tra questi, indiscutibile, quello alla CURA. NESSUNO può negarcelo. E così come possiamo essere fortunati nel trovare un buon medico presso le ASL o negli Ospedali Pubblici, allo stesso modo possiamo incappare in pessimi dottori anche se li abbiamo pagati profumatamente. La Medicina NON è una scienza esatta! Si basa sulla casistica, sulla ricerca, sullo studio di causa/effetto. Perciò bisogna solo essere fortunati e capitare nelle mani giuste al momento giusto. Invece di alimentare questa mafia cerchiamo di aprire gli occhi, di informarci e di PREVENIRE, laddove possibile, l'indorgere di malattie. E soprattutto facciamo controlli ogni volta che possiamo. Ti abbraccio forte e ti aspetto. Ho ricominciato a scrivere da un pò. Un bacio, Laura (ex Wawa...)

soleluna ha detto...

Carissima felice weekend Luisa

Tina ha detto...

Sono approdata qui da youtube...mi hai lasciato un commento (ad un mio commento)..e però nella tua pagina youtube cliccando sul tuo sito non si trovava la pagina, l'ho cercata con google ed eccomi....triste quello che scrivi intendo per la situazione, e sulla sanità avrei qualcosa da dire...non credo nemmeno io sia una questione di nord e sud...purtroppo manca la professionalità in alcuni casi, e la competenza, qui se si sbaglia si fanno danni gravissimi...questo brutto male nonostante la ricerca continua a progredire, l'alimentazione certo ,lo stile di vita,la familiarità...ecc.tutte concause,ma c'è qualcosa che incide oltre a questo? troppi campi elettromagnetici?non è dato sapere, resta la tristezza per queste giovani vite che lasciano figli ancora piccoli.L'insalata di rinforzo la faceva sempre la mia mamma alla Vigilia di Natale e la faccio anche io...ma non solo, piace ai miei generi.Ho da poco anche io aperto un blog di ricette di cucina...
ma quando si apprendono notizie come quella di oggi su un giovane ragazzo che se ne va, si perde un pò l'entusiasmo...poi domani dobbiamo pensare al domani....Buona serata.
Tina
Aujourdhuitina di youtube